A COLLOQUIO CON ENZO MOSCATO

Era il  25 ottobre 2014 e l’ordinanza n°233/14, firmata dal Sindaco Pistoni, prendeva atto dell’inagibilità del teatro disposta a seguito della la segnalazione del Dipartimento dei Vigili del Fuoco – Comando Provinciale di Modena, intervenuto presso il Teatro Carani per la caduta di 15mq di soffitto in arelle nel corridoio destro di accesso al loggione e la formazione di una fessurazione con caduta di calcinacci sempre sul lato dx del soffitto posto sopra alla platea.

A Sassuolo aveva intanto riaperto una piccola Sala. Ad inaugurarla era stato Gek Tessaro con “il Cuore di Chisciotte”.

Il 21 novembre 2014 iniziava la I STAGIONE del TEATRO TEMPLE un piccolo spazio di circa 70 posti, che aveva già ospitato spettacoli, grazie al lavoro di Marco Manchisi e delle successive gestioni. Mai però si era pianificata una vera e propria stagione.

Andava in scena “L’Inferno e la Fanciulla” di Mariano Dammacco con la bravissima attrice, poi candidata all’UBU, Serena Balivo.

Da allora a Sassuolo sono stati ospiti del Teatro Temple: Lalla Esposito, Maurizio Cardillo, Marco Manchisi, Santo Marino, Crescenza Guarnieri, Marco Baliani, Francesca Mazza, Carlotta Piraino, Cristina Carbone, Marco Martinelli, Angela Burico, Saverio La Ruina, Alex Sassatelli, Danio Manfredini, Angela Malfitano e Angela Baraldi, Stefano Randisi, Enzo Vetrano, Enzo Moscato, Bob Corn, I Sacchi di Sabbia, Peso Specifico Teatro, Scena Verticale, Piccola Compagnia Dammacco, Madame Rebiné, Teatro Due Mondi, Teatro Delle Briciole,Tra Un Atto e l’Altro.

Non potevamo rassegnaci ad una città senza Teatro, convinti come siamo che non possa esistere una comunità senza uno spazio in cui riconoscersi, parlare, ascoltare storie.

Il documento che vi proponiamo è una riflessione sul teatro regalataci dal Maestro Enzo Moscato.

Comments are closed.